HO SCRITTO UN E-BOOK
Newsletter
TOP
scegliere i rivestimenti per il bagno - piastrelle in ceramica verde tipo azulejos

Scegliere il rivestimento per il bagno – Piastrelle sì…piastrelle no!

Una delle prime cose da scegliere quando si inizia ad arredare il bagno, subito dopo la disposizione dei sanitari, è il rivestimento di pareti e pavimento.
Una delle scelte più difficili, sia perché vincola lo stile dell’arredamento, sia perché cambiarlo successivamente costringe ad una ristrutturazione totale. Se però non avete paura di osare, e come me non amate le piastrelle – almeno quelle classiche perché sapete che adoro gli azulejos – ci sono delle valide alternative in grado di dare carattere e unicità al vostro bagno.
Una di queste è il rivestimento in tadelakt ad esempio, o quello in resina. Anche l’idea di posare il parquet in bagno non è da escludere, nonostante alcuni siano ancora oggi scettici. Le ultime tendenze dettate dal Cersaie 2014  ad esempio vedono trionfare come rivestimenti per il bagno Azulejos, legno e carta da parati.
Online però ho trovato delle soluzioni originalissime che ho deciso di condividere con voi. Date un occhio a queste idee… e ditemi se alcune non sono geniali!
Ho raccolto in questo post alcuni tra i rivestimenti da bagno più belli che ho visto.

>> Tutti i post sui rivestimenti per il bagno

 

via http://www.vintageandchicblog.com


Via http://www.kitchenclarity.com


Via http://www.luxinteriordesigns.com


Via http://www.onekindesign.com


via http://colorincoloradoblog.blogspot.com.es


http://www.hgtv.com


via http://archinect.com


via http://hammersandhighheels.blogspot.it


via http://www.rolanddg.co.uk/


via http://pinterest.com/pin/426505027180680481/


via http://www.digsdigs.com/67-cool-blue-bathroom-design-ideas/


via http://www.cotemaison.fr/


via http://pinterest.com/pin/426505027180662460/


 
Non ne avete ancora abbastanza ? Niente paura, come sempre la raccolta continua su Pinterest: Instead of Tiles
Io personalmente cercherei di piastrellare meno superficie possibile, per mio gusto personale. Anzi, utilizzerei una resina, magari come nella penultima foto. O ancora, magari opterei per una piastrella bianca semplicissima posata ad un’altezza minima (giusto l’indispensabile) per poi colorare le pareti. In questo modo sarebbe facile cambiare l’aspetto del bagno semplicemente ritinteggiando e cambiando teli e tendaggi!
E voi? Che rivestimenti preferite ?? Avete qualche suggerimento per ispirare… i bagni di tutto il mondo?

Mi sono sempre occupata di arredo bagno, passando dalla produzione di box doccia alla gestione di uno showroom. Oggi per lavoro scrivo, di arredo bagno e non solo, su questo e altri blog di interni. Radici napoletane, occhi da orientale e un posto nel mondo da trovare.

Comments (16)

  • Ahhhhh!!! le piastrelle sono sempre la scelta più comoda… sembra che spesso la gnte nemmeno ci pensi al rivestimento come elemento d’arredo: sono dell’opinione che bisogna pensarci mooolto bene prima di mettersi all’opera. Sono infatti d’accordissimo con te: rivestimenti neutri per poi giocare con i colori del resto della parete, con gli asciugamani e con le tende e magari cambiare SPESSO il proprio bagno!

    reply
  • Alessandro

    vabbè, ma John Lennon dietro la tazza no!

    reply
  • Alessandro

    Immagino che il motivo principale per cui si usano le piastrelle è quello di affrontare i problemi del bagno come umidità, vapore acqueo, ecc. Se non quelle, ci vuole un materiale altrettanto funzionale.

    reply
      • scusami Simona ma non sono d’accordo con te per quanto riguarda la stuccatura delle piastrelle o mosaico, non faranno mai la muffa o si sporcheranno se saranno stuccate con stucco epossidico, anzi si ha la possibilità’ di farlo rendere decorativo

        reply
  • Greta

    Evvvvvvaiiiiiii non sono l’unica !!! Abbasso le fughe dei rivestimenti !! Se potessi eviterei anche i pavimenti a terra in mattonelle … ma purtroppo i costi della resina (CHE ADORO) sono un po’ troppo elevati ….

    reply
      • La resina è un materiale caro già all’acquisto, poi ci vogliono sei o sette cicli di posa … con qualche marca i cicli possono diventare 4-5, ma giù di lì non si scende. Insomma, è proprio complicato abbassare i costi. In compenso poi, in futuro, per cambiare aspetto, colore, texture bastano due cicli, non occorre demolire tutto.

        reply
  • kicca

    Ciao Simona, intanto complimenti per il blog.
    Trovo che la prima immagine della vasca da bagno con le piastrelle verdi tutte diverse sia bellissima.
    Se volessi realizzare qualcosa di simile per il mio bagno che sto per ristrutturare sapresti consigliarmi qualche azienda che vende questo tipo di piastrelle o dovrei inventarla io acquistando piastrelle differenti (non sono molto brava nel fai da te)?

    reply
  • Demis

    Ciao a tutti, cosa ne pensate di sostituire il piatto doccia con delle piastrelle in pietra 10×10 (stile mosaaico)?

    reply

Post a Comment