HO SCRITTO UN E-BOOK
Newsletter
TOP
bagno in cabina armadio

BEYOND THE BATHROOM .6 | UN BAGNO IN CABINA ARMADIO

“VORREI UN AMBIENTE SU MISURA, ELEGANTE, CON UNO STILE TRA PARIGI E NEW YORK”: QUESTA LA RICHIESTA FATTA ALLO STUDIO TORINESE OFFICINA 8A, CHE HA CURATO LA PROGETTAZIONE DI UN ELEGANTE APPARTAMENTO SITUATO NEL CUORE DEL SALOTTO CITTADINO. CI ENTRIAMO ATTRAVERSO IL BAGNO E POI SCOPRIAMO INSIEME IL RESTO DEGLI INTERNI!

Seguo il lavoro dello studio di progettazione torinese 8A su Instagram e mi incuriosiscono tanti loro progetti. Scegliere quale pubblicare qui sul blog è stato complicato ma questo bagno ha alcuni elementi che mi hanno colpita.

I lavabi in acciaio, per esempio. Ma soprattutto il fatto che il bagno sia la naturale continuazione della cabina armadio, e che sembri parte di un unico ambiente. Di seguito, direttamente le loro parole:

La sostanza progettuale parte dal fatto che non volevamo che gli spazi fossero nettamente separati l’uno dall’altro ma che ognuno fosse il prosieguo naturale dell’altro ambiente. Dalla camera da letto si arriva alla cabina armadi che non è completamente mascherata dalla stanza ma ha questa divisione “vedo non vedo” realizzata con delle bacchette in trasparenza.
L’ambiente in oggetto è il bagno della camera padronale, separato dalla stanza tramite la cabina armadio. Quest’ultima diventa un tutt’uno con il bagno  grazie al mobile realizzato in continuità, ma al tempo separato da una parete vetrata che funge anche da porta di ingresso. Il mobile della cabina armadio è stato realizzato artigianalmente da un falegname su nostro progetto e disegno; la parte bassa che in realtà è un mobile articolato, diventa cassettiera che nasconde una seduta a favore della zona trucco/toilette. Attraverso questa parete, il mobile entra poi in bagno e funge da supporto per i due lavandini. Il loro materiale è l’acciaio, sono della collezione 316 della GESSI così come tutta la rubinetteria. Le pareti del bagno sono resinate e diventano la superficie anche della doccia stessa. Realizzata come una cabina chiusa resinata, la doccia ha la rubinetteria della GESSI linea HI FI.
Per questo bagno così come per i restanti due della casa, abbiamo disegnato gli specchi. In questo caso si tratta di realizzazioni elissoidali retroilluminate.
Le luci a sospensione che scendono lateralmente sui lavandini sono di TOM DIXON. La pavimentazione è in rovere. Sanitari GSI CERAMICA collezione PURA*.

* La stessa collezione di GSI scelta nei bagni di casa mia!

Oltre il bagno: un appartamento da sogno in centro a Torino

220 mq in zona Crocetta, Torino, che lo studio Officina 8A descrive così: 

“Il progetto riassume una complessa unione di forme e creatività. Nel living, tre elementi ne esaltano la luminosità e l’eleganza: il comfort e la classe del divano Edra, le luci Melt Tom Dixn Studio, in pmma specchiato con il loro fascino e movimento organico, infine le boiserie, che impreziosiscono le pareti con delicati rilievi tono su tono.

Forme, linee e volumi, creati dagli arredi custom e dei materiali pregiati a contrasto, donano allo spazio una ricchezza di elementi, amplificati da pareti specchiate e sapientemente bilanciati da un attento studio del progetto illuminotecnico.

Nella camera padronale, abbiamo disegnato una boiserie a moduli quadrati che si ripete come un bassorilievo geometrico su tutta la parete, il fondale perfetto per le lampade a sospensione Tooy.

Collegati alla zona notte, il bagno padronale e la cabina armadio, quest’ultima, si sviluppa tra giochi di trasparenze e riflessi, donando allo spazio glamour ed eleganza. I mobili sartoriali disegnati da Officina8, sono realizzati a km zero da artigiani di fiducia.”

Mi sono sempre occupata di arredo bagno, passando dalla produzione di box doccia alla gestione di uno showroom. Oggi per lavoro scrivo, di arredo bagno e non solo, su questo e altri blog di interni. Radici napoletane, occhi da orientale e un posto nel mondo da trovare.

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.